"Lo stato attuale del sistema della natura consegue evidentemente da quello che esso era all’istante precedente e se noi immaginassimo un’intelligenza  che ad un istante dato comprendesse tutte le relazioni fra le entità di questo universo, esso potrebbe conoscere le rispettive posizioni, i moti e le disposizioni generali di tutte quelle entità in qualunque istante del passato o del futuro. […] Ma l’ignoranza delle diverse cause che concorrono alla formazione degli eventi come pure la loro complessità, insieme coll’imperfezione dell’analisi, ci impediscono di conseguire la stessa certezza rispetto alla grande maggioranza dei fenomeni. Vi sono quindi cose che per noi sono incerte, cose più o meni probabili, e noi cerchiamo di rimediare all’impossibilità di conoscerle determinando i loro diversi gradi di verosomiglianza. Accade così che alla debolezza della mente umana si debba una delle più fini e ingegnose fra le teorie matematiche, la scienza del caso o della probabilità."
Pierre-Simon de Laplace, 1776
Annunci

5 pensieri su “

  1. utente anonimo

    la teoria del caso, in netta contrapposizione con quella religiosa….ma ci sono anche scenziati che le associano…mah….chissà quale sarà la giusta…intanto, come dici tu, il 31 del mese è sempre più lontano…..domani voteremo….per cosa ?….per cambiare cosa ?…I soldi che li ha se li tiene e chi non li ha li vorrebbe avere….nessuno, me compresa, vuole più fare rinuncie….a cosa serve un governo al punto in cui siamo ?….notte Geeno….

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...