Magari lo legge.

I sogni che la notte faceva gli condizionavano spesso l'umore dell'intera giornata. L'averla sognata dopo tutto questo tempo (anche se erano passati "solo" sei o sette mesi, erano successe parecchie cose nel mentre, così che sembrava fosse passato molto più tempo) l'aveva riempito di tristezza e malinconia: la prima per tutto il male immeritato che le aveva fatto, la seconda per tutti quei momenti felici che era stata in grado di regalargli. Di nuovo pensò che avrebbe dovuto chiederle scusa, ma aveva paura di aprire quella porta.
[…]
Si trovò ad osservare i mucchietti di polveri accumulati ai lati della stanza. Era pronto per andare a letto. "Chissà il sogno di stanotte di quale umore mi renderà domani." pensò. Spense la luce e si infilò dentro le coperte.

Annunci

2 pensieri su “Magari lo legge.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...