LASEEEEEER

Agli esordi dei videogames, gli shooting games erano il genere principale e sicuramente quello più giocato e conosciuto (qui potete un vedere un documentario sul genere in lingua francese con sottotitoli inglesi). È un genere che ho sempre ammirato perchè nella sua semplicità, è in realtà molto complesso e richiede molta coordinazione tra mano ed occhio. Uno dei titoli su cui ho passato molte ore è G-Darius, creato dalla Taito nel 1997.

gdarius

Inizialmente rilasciato come arcade nelle sale giochi, fu successivamente trasportato su Playstation. È il quarto capitolo della serie di shoot’em up Darius, ma è il primo ad avere una grafica poligonale in tre dimensioni, sebbene il gameplay rimanga quello classico bidimensionale a scorrimento laterale. A bordo del vostro caccia spaziale dalle sembianze di un’aquila dovrete distruggere altre navicelle e delle mega astronavi dalle forme di pesci. Alla fine del livello sceglierete il successivo fra due possibili, per un totale di 15 livelli diversi, ciascuno con una sua ambientazione particolare e molto ben curata. Ci sono tutti gli elementi classici degli shoot’em up: mini-boss a metà livello, boss finale e i power up, che si distinguono in tre tipi, quello per gli spari, quello per i missili e quello per lo scudo. Come elemento particolare invece c’è la possibilità di “catturare” le navicelle avversarie: usando una specie di pokèball potete sciegliere una navicella che vi seguirà e sparerà seguendo i vostri comandi, ognuna con le sue particolarità. Una volta che vi siete stufati, potete farla esplodere creando una serie di esplosioni intorno voi che danneggieranno i nemici, oppure, e qui arriva il bello, potete usarla per creare un mega-laser.  Ma non è finita: alcuni boss possono creare un laser simile e voi potete usare il vostro per assorbirlo e creare un laser ancora più grande!

Mi ricordo che uno dei boss più grandi tirava in serie diversi laser e si riusciva a creare un laser grande quanto l’intera schermata, vedere per credere! Adoravo questa tamarrata assoluta. Al solito, vi lascio un video di gameplay. Il gioco non è un capolavoro, ma è un titolo di tutto rispetto di un genere che ha fatto la storia dei videogames.

[per chi non ha capito il riferimento nel titolo, qui]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...