Fire in the bus

Li vedo dal finestrino, pronti all’azione. Sono in sei, sembrano uno SWAT Team, sono i controllori degli autobus a Rennes. Salgono e, guardandoti dritto negli occhi, ti chiedono severamente di mostrare il tuo titolo di viaggio, quasi siano veri militari. Se ti trovano irregolare, ti chiedono con altrettanta fermezza un documento e la carta di credito. Sono attrezzati col POS loro, la scusa del non ho soldi dietro con la speranza che la multa non arrivi mai a casa non funziona.

Qualcuno si rifiuta e si arrabbia, ma loro sono fermissimi nella loro autorevole posizione. Parlo poco francese, ma l’orecchio un po’ l’ho fatto e capisco che il tipo e il controllore stanno litigando. Si stanno anche leggermente insultando, ma lo fanno in tutta tranquillità, col sorriso sulle labbra. La cosa mi stupisce, in Italia probabilmente qualcuno avrebbe già spaccato botilia, qui invece le spaccano solo il giovedì sera, ma così, per divertimento, quando sono spaccati a merda.

I controllori hanno completato la loro missione, salutano cordialmente e scendono. Ad aspettarli un furgoncino, pronto a partire verso il prossimo obiettivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...