Archivi categoria: note musicali

Buon anno

Annunci

Musica

Ho avuto sempre un rapporto quasi conflittuale con la musica. All’inizio non andavamo molto d’accordo, diciamo che ci conoscevamo solo di vista. Ero già adolescente quando cominciò a far parte della mia vita, anche se non in modo prepotente. Era il mio periodo metal, musica dura perchè mi credevo un duro. Al solo pensiero, adesso mi viene da ridere. Ho provato più volte a suonare uno strumento, ma non ho la pazienza: se una cosa non mi riesce subito, lascio stare. Ogni tanto ci ripenso e prima o poi ritenterò per fallire di nuovo.

Dai vent’anni in poi la musica è stata sempre più presente. Ho trovato una mia identità musicale, che la maggior parte reputa di merda, ma va bene così. Ho trovato una compagna, a cui posso confessare tutto, senza temere che possa spifferare i miei segreti. Ascolta le mie paure, accompagna i miei pensieri, ride con me. Ogni tanto mi fa ballare, spesso mi fa piangere e molte volte mi fa gridare mentre guido.

Adesso non riuscirei ad immaginare la mia vita senza di lei, è un punto fisso a cui tornare quando credo di scivolare via. Per quanto possa sentirmi spaesato, mi basta mettere un paio di cuffie per sentirmi un po’ a casa.

Il meteo prevede Perturbazioni

Verso primavera inizio a spulciare le date dei tour dei vari gruppi italiani che ascolto, alla ricerca di concerti vicino alla mia zona. Fra questi gruppi ce n’è uno che ascolto da tempo, ma che riuscii a sentire per la prima volta solo due anni fa. In due occasioni, di cui una era una secret concert fatto in una piccola villetta di campagna, completamente acustico e scenografia composta da stelle e un paio di candele. Stupendo. Anche quest’anno mi sono chiesto se i Perturbazione sarebbero passati di qua con il loro nuovo album. E un giorno il mio desiderio è stato esaudito, un concerto proprio dietro casa gratuito.

Nonostante wikipedia li definisca indie rock, io li definerei pop rock. A questo termine, pop, ormai usato solo quasi per definire musica di merda, ma che una volta era una genere, i Perturbazione, secondo me, hanno ridato un valore. Il loro ultimo album Musica X è particolare e si discosta un po’ dai precedenti, presentando molte influenze dalla musica disco. Il risultato è molto orecchiabile, non a caso ti ritrovi a ballare sotto il palco, ma se un attimo ascolti i testi, ritrovi il solito retrogusto malinconico tipico del gruppo. “Questo contrasto tra musica disco e malinconia mi piace molto” dice Tommaso, il cantante.

Ritornando al concerto, svoltosi a Montecosaro, è stato davvero fantastico, nonostante i piccoli imprevisti e il freddo. Sono stati molto bravi a farci scaldare, dentro con la loro celebre Agosto, e fuori con i ritmi scatenati, fra cui la cover di Can’t Get You Out of my Head di Kylie Minogue, che mi ha molto sorpreso. Concerto quindi divertente, ma con un pubblico e un palco esiguo, sicuramente si meriterebbero molto di più e, secondo me, continuano a non avere il successo che meritano. Ma guardiamo al lato positivo, prima e dopo il concerto posso scocciarli quanto voglio e loro sono molto disponibili e simpatici.

Da citare anche il gruppo di apertura, JFK & la sua bella bionda, in versione acustica, di cui ho acquistato l’album che mi studierò prossimamente.

Che altro dire? Aspetterò con ansia che il meteo preveda di nuovo Perturbazioni dalle mie parti. O magari prima o poi passerò a trovarli a Torino.

perturbazione